La libertà individuale

Data
Gio. 10 Giugno 2021

La libertà individuale deve essere sottoposta e soggiacere alla volontà collettiva? Tutta la storia dell'Occidente, compresa la filosofia è stata centrata sulla sacralità della libertà individuale come fulcro ineludibile e non negoziabile. Solo i totalitarismi di destra o di sinistra lo hanno infranto. Così nei totalitarismi la libertà individuale non è sacra, ma è sempre subordinata alla volontà collettiva.  E oggi si ammanta di falsa ipocrisia la minaccia reale a disconoscere la sacra libertà individuale e a permettere lo scempio più atroce, la possibilità di violare il corpo di un altro essere umano per costringerlo a lasciarsi  inoculare sostanze sperimentali in nome della sicurezza peraltro falsa, della collettività. L'intera storia occidentale  con i suoi principi di libertà individuale e di non violabilità del corpo di un altro essere umano, sono a rischio. Questo accade per la volontà di pochi esseri umani circondati da squaletti che vivono grazie ai primi, ma soprattutto per la inconsapevolezza e l'ignavia di molti.  Volevamo espandere un sogno di libertà, ci ritroviamo a vivere in un film incubo frutto di una becera sceneggiatura tenuta in piedi da potenti tecniche di manipolazione mentale di massa e da enormi spinte al potere e al dominio totale  economico, sociale e politico fino alla trasformazione dell'essere umano come ipotizzata dal transumanesimo.  Ma i giochi non sono fatti... Restiamo uniti e resistiamo.  Il futuro sarà un altro mondo possibile, aperto alla vera realtà spirituale dell'uomo e nonostante tutte le difficoltà, la fatica e a volte l'orrore di certe situazioni, questo passaggio evolutivo della specie umana diventerà sempre più visibile.  Tu dove scegli di stare? 

Siamo molto di più di quello che crediamo e sentiamo molto di più di quello che pensiamo. Rosanna Camerlingo